Un momento dei lavori della CALRE