Venafro, oggi l’ultimo saluto al prof. Benigno Migliarino, musicista ed arrangiatore

di Tonino Atella Nel pomeriggio odierno (h 15,00 presso la parrocchia dei Santi Martino e Nicola) Venafro darà l’ultimo saluto ad uno dei personaggi di...

Sport

Basket – Magnolia alla ricerca della decima perla sul parquet di...

  Le rossoblù se la vedranno con l’Elite Roma. Il gruppo dei...

Isernia – Kareem Mersal, bronzo ai Campionati Italiani Under 20 indoor.

Kareem Hatem Mersal, atleta della VV Management Asd di Isernia, ha...

Basket – Magnolia, l’entusiasmo di Mancinelli rigenera le alchimie rossoblù

  L’esterna umbra, in uscita dal Napoli di A1, ultimo rinforzo del...

Conoscere le malattie rare: ricercatori e clinici dell’ IRCCS Neuromed, ...

  La scoperta di una malattia grave è il momento in cui intere esistenze cambiano. Nel dolore, nella preoccupazione e nello scrutare un futuro diventato improvvisamente cupo, c’è però un intero mondo con il quale condividere la propria preoccupazione e le proprie sofferenze. I medici conoscono bene le procedure, le persone vicine hanno un’idea abbastanza chiara di cosa si tratti. E se tutto questo non ci fosse? È quello che succede a chi viene colpito da una malattia rara: non solo scoprirsi una patologia seria ma sapere che la gente attorno a noi non ne ha mai sentito parlare, il più delle volte neanche il proprio medico. Per essere ufficialmente definita “rara” una patologia non deve superare i 5 casi su 10.000 persone. Un numero che solo apparentemente sembra poco significativo. Nel mondo sono state infatti individuate tra le 7.000 e le 8.000 malattie rare, l’80% delle quali di origine genetica. In Europa si stima che le persone colpite siano circa 30 milioni, un milione in Italia, trecento milioni negli USA. Le persone affette nel complesso da una delle tante patologie definite rare sono milioni e questo ne fa un problema molto serio. Ma gli individui colpiti da una specifica malattia sono veramente pochi. Questo aspetto comporta da una parte una oggettiva difficoltà a studiare la malattia per mancanza di un numero sufficiente di casi clinici, dall’altra riduce fortemente l’interesse delle industrie farmaceutiche ad investire nella ricerca di cure. E così le malattie rare sono state per anni vere cenerentole della ricerca e della medicina. Aumentarne la conoscenza è una priorità, dunque, a livello mondiale. Va proprio in questa direzione l’opera dei ricercatori e dei medici dell’I.R.C.C.S. Neuromed che promuovono ogni anno, in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare (28 febbraio 2019) iniziative, incontri e approfondimenti dedicati alla conoscenza di queste patologie. Oltre agli incontri...

Comune di Isernia, Doti formative per 35 soggetti economicamente svantaggiati

L’assessore alle politiche sociali, Pietro Paolo Di Perna, rende noto che sul sito web del Comune di Isernia è stato pubblicato l’Avviso Pubblico per l’assegnazione di doti formative a 35 tirocinanti economicamente svantaggiati. «Con tale Avviso – ha dichiarato Di Perna – si intendono attivare corsi di formazione che favoriscano l'inserimento o il reinserimento lavorativo di soggetti finanziariamente disagiati, aumentando e migliorando le loro competenze professionali. Non saranno aiuti improduttivi e finalizzati a se stessi – ha aggiunto – bensì ‘doti formative’ destinate alla collocazione o ricollocazione nel mondo del lavoro di persone bisognose, con lo scopo più generale di promuovere e sviluppare la crescita culturale e sociale della nostra comunità. In altre parole, – ha concluso l’assessore – si tratta d’una concezione moderna ed evoluta delle politiche sociali rivolte al contrasto della disoccupazione, in linea con le attuali discipline della formazione professionale». I partecipanti potranno scegliere fra sei corsi formativi, ognuno dei quali avrà la durata di 50 ore. Ciascun corso riguarderà uno dei seguenti mestieri: elettricista, banconista, addetto alle pulizie, animatore sociale, operatore informatico, manutentore del verde. La ‘dote formativa’ per ogni singolo corsista sarà di circa 1000 euro, e le somme occorrenti sono state interamente finanziate con risorse del bilancio comunale. Gli interessati dovranno presentare domanda di partecipazione entro le ore 12 del 18 marzo 2019, secondo le modalità specificate nell’Avviso Pubblico, di cui si consiglia l’attenta lettura.

Poesia che passione! A Venafro c’è “Mago Carlo”, personaggio dal verso...

  di  Tonino Atella L’animo umano, è risaputo, è incline al bene e al bello. Tali finalità l’uomo le persegue in modi diversi e disparati a seconda la personale inclinazione. Tra le “strade” per perseguire quanto appena scritto, c’è anche la poesia. I versi cioè, nel solco del Padre letterario della nostra lingua nazionale, l’Alighieri appunto, continuano a conquistare ed avvincere molti, catturandoli letteralmente senza lasciarli più andare! Un costume assai positivo, quello di scrivere in versi, per esternare, raccontare e dire di noi stessi. Ne sono prova i tanti concorsi poetici che vengono banditi dalle Alpi a Villa San Giovanni, passando per isole grandi e piccole, a testimoniare l’inclinazione dell’homo italicus ad esprimersi in versi, ora belli, ora bellissimi, ma ad onor del vero non di rado anche alquanto modesti. Ciò non toglie che poetizzare, a prescindere da resa e produzione, avvince ed attira uomini, donne e giovani ambosessi. Il Molise ovviamente non si sottrae a tanto, anzi vi partecipa e vi aderisce con evidente entusiasmo e passione, come confermato dalla mole di versi che si scrivono dalle nostre parti, Venafro compresa. Ed è proprio nella quarta città molisana che vive “Mago Carlo”, personaggio simpaticissimo ed arguto, alquanto incline a munirsi di penna e foglio per scrivere in versi, attingendo dalla vita quotidiana e da tant’altro delle abitudini umane. Di “Mago Carlo” pubblichiamo quest’oggi “La morte della sorte” e “Inno al brunello”, con l’intesa di ospitarlo ancora in fururo. “La morte della sorte” : “Nella vita sperare nell’aiuto della sorte è sempre meglio che aspettar la morte; ma se la prima ad arrivare tarda, la seconda più passa il tempo e più ti guarda per cogliere il momento più opportuno e scacciare più lontana la fortuna che invece tu desideri agguantar per gustarti il piacere del gioire. T’accorgi tardi che non puoi cambiar...

Docente Unimol scopre 2 specie insetti- Microlepidotteri rinvenuti in Calabria e...

Due nuove specie di insetti sconosciute alla scienza scoperte da Pasquale Trematerra, professore ordinario di Entomologia generale e applicata al Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell'Università del Molise. Riguardano due microlepidotteri cui sono stati assegnati i nomi di 'Cochylimorpha scalerciana' e di 'Cydia aldocataniae'. La prima specie è stata trovata tra i monti del Parco nazionale della Sila in Calabria, la seconda è stata rinvenuta nei frutti di Quecus ilex in un bosco a macchia mediterranea di Malta. Le due novità scientifiche, che arricchiscono gli studi svolti presso l'Unimol, sono in corso di pubblicazione sulla rivista internazionale di zoologia 'Redia'. I due nuovi insetti saranno presentati agli scienziati della comunità entomologica italiana e straniera in occasione del 21/o 'European Congress of Lepidopterology' che si terrà all'Università del Molise dal 3 al 7 giugno. fonte, ANSA

Isernia: Seguito operazione antidroga dei Carabinieri: Inasprita la misura nei confronti...

Si è dimostrata inefficace la misura degli arresti domiciliari disposta dall’A.G. isernina a carico di uno dei due soggetti arrestati nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale di Isernia; durante l’operazione i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia avevano tratto in arresto due giovani per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Uno finito in carcere e uno ai domiciliari in attesa del rito direttissimo, queste erano state le disposizioni impartite dal P.M. di turno, ma evidentemente non è bastato. L’arrestato finito ai domiciliari, un isernino noto alla giustizia, appena due ore dopo la sottoposizione al regime degli arresti in casa, è stato raggiunto dalla pattuglia in turno per il primissimo controllo del rispetto della misura. L’uomo, in piena violazione delle prescrizioni cui era assoggettato, è stato sorpreso in casa con due pregiudicati isernini che, all’arrivo dei militari, aveva nascosto nel box doccia del bagno di servizio della sua abitazione, sperando così di farla franca. Dopo gli approfondimenti necessari, l’uomo veniva ristretto presso la locale Casa Circondariale, così come disposto dalla medesima Autorità giudiziaria che si è vista costretta ad aggravare la misura rivelatasi inefficace.  

Venafro (IS): Spendita di banconote false: Carabinieri denunciano due persone di...

    Nella giornata di ieri, presso un  esercizio commerciale dell’hinterland venafrano, si presentavano due giovani, con accento napoletano, che acquistavano della merce pagando con una banconota da 50,00 Euro. Stessa cosa veniva fatta presso altre attività commerciali, in cui pagavano sempre con banconote da 50,00 Euro che riportavano la medesima serie. I proprietari delle attività intuivano che i soldi a loro consegnati erano falsi, e allertavano i Carabinieri, che immediatamente predisponevano posti di blocco lungo le principali arterie stradali. L’autovettura veniva intercettata e bloccata con le due persone a bordo in una zona centrale del venafrano, dove militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, procedevano al controllo, eseguendo perquisizione personale e veicolare. L’esito permetteva di rinvenire la merce acquistata poco prima, nonché altre banconote da sottoporre a verifica di falsità e hashish. I due soggetti provenienti dall’hinterland napoletano sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per spendita di moneta falsa in concorso nonché,  per il passeggero, è scattata la segnalazione alla Prefettura per possesso di sostanza stupefacente per uso personale. Le banconote e la droga sono state sottoposte a sequestro. Per i due giovani è scattata anche la segnalazione alla Questura di Isernia per l’emissione del Foglio di Via Obbligatorio dal...

Isernia: Offende i Carabinieri mentre lo controllano; uno straniero denunciato per...

  I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, durante un servizio di controllo del territorio di competenza, hanno fermato e controllato una persona che stava camminando in una piazza centrale di Isernia. Il giovane, alla vista della Gazzella dell’Arma, ha manifestato un apparente ed inspiegato nervosismo. Realizzando ciò, i militari hanno quindi deciso di approfondire il controllo. Alla richiesta dei documenti, lo straniero di origini marocchine, si è mostrato da subito riluttante e durante le fasi di identificazione, ha minacciato e inveito contro i Carabinieri. A questo punto la pattuglia dell’Arma in servizio ha proceduto alla denuncia in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria dell’immigrato per il reato di oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Polizia di Stato – Isernia: denunciati un consulente del lavoro e...

  Nell’ambito dell’attività di rilascio e di rinnovo di permessi di soggiorno da parte dell’Ufficio Immigrazione della Questura d’Isernia, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria un consulente del lavoro e due cittadini stranieri, uno di origine indiana e l’altro di origine dominicana, per violazione degli art. 476 e 482 del C.P. “Falsità materiale commessa da pubblico ufficiale e da privato” e per la violazione del T.U.I. art.12 c.5 “ Disposizioni contro le immigrazione clandestine”. Gli accertamenti, effettuati all’ atto della richiesta del rinnovo del loro permesso di soggiorno, hanno evidenziato l’irregolarità della documentazione presentata in entrambi i casi dagli stranieri, relativamente alla comunicazione obbligatoria UNILAV circa le loro assunzioni presso uno stesso locale di Cerro al Volturno. Gli stessi, infatti, una volta presentata domanda di rinnovo, non si erano più  presentati in Questura  per l’integrazione dei  documenti mancanti e, malgrado fossero stati contattati più volte telefonicamente, di fatto si erano resi irreperibili. Questo comportamento da parte degli stranieri è apparso subito sospetto agli agenti dell’Ufficio Immigrazione che hanno effettuato ulteriori approfondimenti. Difatti, nel prosieguo dell’attività d’indagine, dopo aver sentito il titolare del locale, presunto datore di lavoro degli stranieri, in merito ai fatti contestati, gli agenti dell’Ufficio Immigrazione hanno appurato che quest’ultimo non li conosceva...

Polizia di Stato – Isernia: Pusher arrestato con 400 grammi di hashish.

L’attenzione della Polizia di Stato di Isernia sul fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente è molto alta, come dimostrano i numerosi servizi posti in essere...

Agnone (IS): Chiama i Carabinieri per sfogarsi della fine della propria relazione amorosa. Militari...

Una chiamata diversa dalle altre quella pervenuta ai Carabinieri di Agnone. Nessuna richiesta di intervento per l’avvistamento di una macchina sospetta, per una lite...

Venafro (IS): I Carabinieri denunciano una persona per furto di pedane di legno.

Un uomo dell’hinterland venafrano è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Filignano per furto, in un’azienda che opera nella zona industriale di Pozzilli....

Spettacolo

“Stesso posto, stessa ora”, commedia brillante di Bernarde Slade proposta al...

Il teatro è vita, è crescita culturale, è passione. Forti di...