Prima neve nel capoluogo di regione

Campobasso - Forti venti e prima nevicata nel capoluogo di regione, tutto secondo previsioni meteo. Disagi alla circolazione, ma già dalla giornata di domani...

Sport

Campobasso, incontro con il campione mondiale di calciobalilla Francesco Bonanno

Comunicato stampa congiunto Comitato Paralimpico Molise e Istituto Comprensivo “Igino Petrone”   CAMPIONI...

Futsal Serie A2 Elite. Cln Cus Molise, domani a Canosa la...

CLN CUS MOLISE CAMPIONATO NAZIONALE FUTSAL - SERIE A2 ÉLITE Cln Cus Molise,...

Cln Cus Molise, parte il girone di ritorno. Domani arriva la...

Iniziare bene il nuovo anno e il girone di ritorno. E’...

Esigere maggiore sicurezza sul lavoro. Le sigle sindacali unitarie proclamano sciopero...

CGIL, UIL, FENEALUIL, FILLEA CGIL, FIOM CGIL, UILM del MOLISE proclamano 2 ore di sciopero e presidi in tutta la regione per esigere maggiore sicurezza sul lavoro dopo l’ennesima strage in un cantiere di Firenze Venerdì scorso si è consumata l’ennesima strage di lavoratori in un cantiere a Firenze, con la morte di 4 operai e un uomo che risulta ancora disperso. Quella dei morti sul lavoro rappresenta una strage senza fine che ogni anno conta più di 1000 morti: una situazione indegna di un Paese civile. Quanto avvenuto a Firenze e negli altri incidenti sul lavoro non è dovuto alla fatalità ma è frutto di responsabilità precise: la modifica del codice degli appalti che ha introdotto il subappalto a cascata, la mancanza strutturale di controlli ispettivi, la non applicazione dei Contratti Nazionali del settore di riferimento, la mancanza di una legge che introduca la patente a punti per le aziende. È necessario che il Governo faccia un decreto che porti le tutele degli articoli 41 e 119 del Codice degli appalti pubblici anche nei cantieri privati sopra i 500 mila euro, che si prevedano tutte le tutele in fase di esecuzioni dei lavori, dall’applicazione del CCNL di riferimento al divieto del massimo ribasso sui costi della manodopera e della sicurezza. È necessario imprimere un radicale cambiamento alle politiche di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, cancellando il ricorso ai subappalti a cascata, prevedendo maggiori controlli nelle filiere, eliminando il ricorso ad appalti al massimo ribasso e garantendo a tutti condizioni di lavoro dignitose. Il lavoro e la sicurezza devono tornare al centro del dibattito politico e il Governo ha il dovere di trovare soluzioni concrete. Per queste ragioni sciopereremo nella giornata di mercoledì 21 febbraio, promuovendo in tutti i territori, in tutti i cantieri, in tutte le aziende, iniziative di mobilitazione e di sensibilizzazione. Non vogliamo più...

Dialoghi sulla deontologia: la classe degli avvocati di Isernia a confronto

DIALOGHI SULLA DEONTOLOGIA La classe degli Avvocati di Isernia a confronto Di Luigi Fantini Avvocato Promosso dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Isernia, venerdì scorso, 09 febbraio 2024, presso l’Aula Aldo Moro del Palazzo di Giustizia della città pentra, si è svolto l’incontro di formazione per gli avvocati e i praticanti avvocati del Foro di Isernia in materia obbligatoria. Più in dettaglio, l’evento – centrato sulla deontologia – ha visto il susseguirsi di una interessante e trasversale analisi sulle linee guida del corretto operare degli avvocati nell’esercizio della loro professione. Nell’incrocio di saperi, hanno dato il loro apporto l’anima della magistratura, quella dell’avvocatura e del Consiglio Nazionale Forense, questi quale organo apicale del Sistema Ordinistico nel quale, a livello nazionale, è regolamentata l’Avvocatura italiana. Dopo i saluti istituzionali dell’Avvocato Florindo Di Lucente, Presidente del Consiglio dell’Ordine di Isernia e del Presidente del Tribunale di Isernia, il Giudice Vincenzo  Di Giacomo, hanno relazionato sul tema l’Avvocato Patrizia Corona, Vice Presidente del Consiglio Nazionale Forense e il Professore Tommaso Formichelli, Dottore di ricerca in diritto civile presso l’Università “La Sapienza” di Roma che hanno, rispettivamente, proposto due interessanti e appassionate relazioni, l’una centrata su “Bilancio della giustizia disciplinare a dieci anni dalla Riforma”, l’altra su “L’attualità dei giuristi isernini: il sistema tavolare”. L’avvocato Corona – con chiarezza espositiva e parlare attrattivo –, ha ben evidenziato l’importanza delle regole predittive che un avvocato è bene che conosca al fine di non incorrere sotto la scure delle sanzioni. Altresì, ha offerto una statistica nazionale dei procedimenti disciplinari che, negli ultimi anni, hanno visto percentuali piuttosto irrisorie. Oltre che chiaro, dettagliato e panoramico è stato l’intervento del professore isernino Formichelli che, con dovizie di dati e di nomi – nel tracciare le figure dei giuristi d’Isernia –, ne ha rilevato la loro contemporaneità e l’importante contributo al sistema tavolare, ovvero una...

Polizia di Stato – Isernia: Cerimonia in memoria di Giovanni...

Polizia di Stato - Isernia: Cerimonia in memoria di Giovanni Palatucci “Giusto tra le Nazioni” Oggi 10 febbraio ricorre il 79° anniversario della morte, avvenuta nel campo di concentramento di Dachau, di Giovanni Palatucci, medaglia d’oro al Merito Civile, riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per aver salvato dal genocidio migliaia di ebrei stranieri ed italiani. Come ogni anno, alle ore 11:30 presso il monumento “La Spirale della Vita”, ubicato all’interno della Villa Comunale di Isernia, dedicato all’ultimo Questore di Fiume, si è tenuta una breve cerimonia, con un momento di preghiera alla presenza del Vicario del Questore, del Cappellano Provinciale della Polizia di Stato e di rappresentanti della locale Sezione dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato che hanno deposto una corona d’alloro.   Cerimonia semplice ed essenziale, sotto una pioggia battente, per mantenere viva la memoria di un valoroso poliziotto che, nel periodo più buio e tragico della storia italiana, ha dato prova di umanità e coraggio, pagando il prezzo di enormi sofferenze.      

Guerre, Martirio e Diplomazia per la Pace: per non dimenticare.

NELLA V^ EDIZIONE DEL FESTIVA DEL DIRITTO Guerre, Martirio e Diplomazia per la Pace …PER NON DIMENTICARE di Luigi Fantini Sento di onorare il Giorno della Memoria facendo parlare ciò che sono stati gli insegnamenti, i sentimenti e i valori emersi durante la quinta edizione del Festival del Diritto che, come di consueto, si celebra nel periodo estivo a Civitanova del Sannio. Il tema trattato è stato “Guerre, Martirio e Diplomazia per la Pace”. Presupposto e fondamento di attenzione per quest’area di interesse sono state, per il recente passato, la morte dell’Ambasciatore italiano Luca Attanasio e del Carabiniere scelto Vittorio Iacovacci, assassinati in Africa – nello Stato del Congo – il 22.01.2021 mentre, per il passato, lo sterminio di milioni di perseguitati e di “caduti” nelle operazioni belliche e nei campi di sterminio. Il tutto, nel legame con personaggi e vicende locali e del territorio regionale molisano quali: a) il martirio di San Felice e di Adauctus in nome e a causa della fede cristiana; b) il martirio di Padre Antonio Fiorante, missionario comboniano di Civitanova del Sannio, ucciso in Uganda il 03.05.1979; c) la presenza anche a Civitanova del Sannio di alcuni soldati nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale; d) l’uccisione sul campo di lavoro di Alessandro Di Risio, Caporal Maggiore Scelto e giovane militare della “Folgore”, di origini molisane (Campobasso), caduto in Afghanistan il 14.07.2009. Infine, per non dimenticare il passato e per mantenere viva l’attenzione e il coraggio dell’impegno nella costruzione della pace, è stata data voce alla testimonianza di vita della Scrittrice e Regista ungherese Edith Bruck. L’evento, promosso per iniziativa de “Gli Amici del Palazzo Ducale Valerio” di Civitanova, ha ottenuto il patrocinio morale della Diocesi di Trivento, della Parrocchia San Silvestro Papa, della Presidenza del Consiglio Regionale del Molise, della Provincia di Isernia, dell’Ordine degli Avvocati di Isernia,...

La Polizia arresta un isernino per violazione del divieto di avvicinamento.

Polizia di Stato - Isernia: La Polizia arresta un isernino per violazione del divieto di avvicinamento.     La Polizia di Stato di Isernia nei giorni scorsi è intervenuta presso un appartamento del centro città dove era stata segnalata la presenza di un uomo autore di atti di violenza nei confronti di familiari e per questo destinatario della misura cautelare del divieto di avvicinamento alle vittime.   Al trentaduenne isernino, scarcerato da pochi giorni, era stato applicato il braccialetto elettronico al fine di tutelare proprio i genitori destinatari di continui comportamenti violenti e persecutori da parte del figlio.   Appena l’uomo si è avvicinato all’abitazione dei genitori, in Sala Operativa è scattato l’allarme del dispositivo elettronico: gli agenti della “Squadra Volante” della Questura si sono immediatamente recati sul posto dove hanno effettivamente rintracciato il soggetto che è stato tratto in arresto per aver violato il divieto impostogli.   Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Isernia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e l’indagato potrà far valere le proprie ragioni difensive innanzi all’Autorità Giudiziaria ai sensi del Codice di Procedura Penale.  

Polizia di Stato – Isernia: Disinnescato dagli artificieri della Polizia...

Nella mattinata di ieri 4 febbraio gli artificieri dell’Ufficio Prevenzione generale e Soccorso Pubblico della Questura di Pescara sono intervenuti in questa via del Casale presso lo stabile ove sabato scorso era stato rinvenuto un ordigno esplosivo durante le operazioni di svuotamento di un garage privato. Dopo aver isolato la zona e posti in sicurezza gli abitanti, il manufatto, una bomba a mano attualmente in uso all’Esercito Italiano, perfettamente funzionante e dall’elevato potenziale offensivo, è stato rimosso e trasportato, secondo le procedure, a Pescara per le operazioni di brillamento, che saranno effettuate nella mattinata odierna dal personale specializzato della locale Questura. Per fortuna, grazie al buonsenso dei proprietari del garage e al tempestivo intervento delle pattuglie della Polizia di Stato, la vicenda si è conclusa nella maniera più auspicabile, senza creare alcun pericolo per i residenti della zona. La Polizia di Stato ricorda che detenere in casa materiale pericoloso, oltre ad essere vietato, può mettere in pericolo la vita delle persone. Invita perciò ad adottare comportamenti di cautela e buon senso e a segnalare ogni possibile situazione di allarme. La prudenza può salvare la vita.    #essercisempre    #sicurezzapubblica    

Isernia : Condannato per usura. I Carabinieri gli confiscano un terreno.

Isernia : Condannato per usura. I Carabinieri gli confiscano un terreno. _______ Nel 2010 i militari della Compagnia Carabinieri di Isernia, a conclusione di una articolata indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Isernia, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Isernia, trassero in arresto quattro soggetti residenti ad Isernia per i reati di Estorsione e Usura. I sodali presero di mira alcune persone del capoluogo alle quali avevano prestato delle somme di denaro e riuscirono, tramite minacce ed altri metodi intimidatori, a farsi consegnare fino a dieci volte il valore del debito. Nel corso del dibattimento il Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Isernia ha svolto accurate indagini economico-patrimoniali nei confronti degli imputati allo scopo di individuare consistenze idonee a risarcire i danni. In questi giorni, dopo la condanna definitiva, il Nucleo Investigativo ha proceduto alla confisca e all’attribuzione al patrimonio dello Stato, di un terreno che era nelle disponibilità di uno dei condannati.

Trovato sano e salvo 93 enne disperso dal pomeriggio di ieri...

Poco dopo le 17 di ieri un 93 enne con la sua auto ha sbagliato strada trovandosi bloccato in una strada di campagna non asfaltata in zona impervia. In contatto telefonico ha allertato il 112 e poco dopo erano alla ricerca del 93 enne il personale dei Carabinieri e Carabinieri Forestali di Isernia oltre a due squadre dei Vigili del Fuoco di Isernia. Dopo poche ore una squadra dei Vigili del Fuoco in base alle indicazioni che aveva dato lo hanno ritrovato in buono stato di salute in località Capruccia nel Comune di Isernia. L’auto era fuori strada ed è stata recuperata dai Vigili del Fuoco con l’uso di un verricello. Il 93 enne è stato affidato ai familiari.

Polizia di Stato – Isernia: La Polizia sequestra fuochi pirotecnici custoditi illegalment

  Nell’ambito dei servizi predisposti in vista del Capodanno finalizzati al controllo sulla produzione, la detenzione e la vendita di artifici pirotecnici, personale della Divisione...

Campobasso, incendio in abitazione, perde la vita un bimbo di 9 anni.

Tragico il bilancio dell’incendio divampato questa notte a Campobasso, in un'abitazione di Contrada Colle Calcare, causando la morte di un bambino di 9 anni...

Civitanova del Sannio: Furto aggravato e commercializzazione illegale di legna da ardere, impresario boschivo...

Civitanova del Sannio: Furto aggravato e commercializzazione illegale di legna da ardere sono le ipotesi di reato a carico di un impresario boschivo denunciato...

Spettacolo

Mister Magoo “Una storia d’amore” seconda edizione

Il 28 aprile prossimo, presso l'Auditorium Unità d'Italia di Isernia, appuntamento...