Il miglior incremento nazionale con oltre il 17 per cento.

Di Gildo Palombo

Sono 2 anni che il Molise ha una certa preminenza:  ha raddoppiato la raccolta di carta e cartone rispetto all’anno precedente con una crescita del 17,4%, il dato più alto in Italia, con oltre il 11 mila tonnellate di carta e cartone . Questo è quanto emerge dai dati del 27esimo Rapporto Annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia curato da Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica. La nostra regione si dimostra, anno dopo anno, sempre più attenta al tema dell’ambiente, visto che registra un nuovo record in termini di crescita della raccolta, ma possono ancora esserci margini di miglioramento. Secondo il direttore generale di Comieco, Carlo Montalbetti: “ogni cittadino molisano ha differenziato 37,4 kg di carta e cartone durante l’anno, media pro-capite ancora distante da quella nazionale (60,8 kg/ab-anno).  Può essere migliorato anche il livello di intercettazione della raccolta di carta e cartone rispetto al totale dei rifiuti urbani prodotti che è tra i più bassi del Paese, fermo al 10,4%. Progredendo in questa direzione il Molise potrà diventare un esempio per tutto il Sud Italia”.

Una crescita eccezionale con la provincia di Campobasso che raccoglie  oltre 8.000 tonnellate di carta e cartone sfiorando così, addirittura, il 27 per cento rispetto a quella isernina.

Dai dati, infine, risulta che, in Molise, la Comieco ha gestito direttamente 8.700 tonnellate di carta e cartone, pari al 78,4% della raccolta complessiva. Ai 133 comuni convenzionati sono stati riconosciuti corrispettivi per oltre 710.000 euro.