Via libera già dal 1 Maggio. Il 50% degli stabilimenti aprirà in anticipo.

di Gildo Palombo

Svolta storica in Molise: l’obiettivo è quello di destagionalizzare e allungare la stagione balneare. La stagione estiva è stata anticipata al 1 maggio e chiuderà il 30 settembre, l’obbligo di apertura sarà il 20 Maggio e non più il 1 Giugno come negli anni precedenti. Questo è quanto deciso secondo l’ordinanza balneare che disciplina la stagione turistica sulle spiagge molisane, pubblicata con tutte le novità dell’anticipo dell’inizio della stagione. Nel periodo suindicato, sempre secondo l’ordinanza, le strutture turistico-ricreative possono svolgere, oltre alla balneazione, tutte le attività tipiche degli stabilimenti balneari quali elioterapia, bar, ristorante, attività sportive, ludiche e di intrattenimento. Inoltre, i concessionari delle spiagge, durante questo periodo, devono garantire il servizio di salvataggio con le modalità previste dall’ordinanza di sicurezza della Capitaneria di porto recepite nel piano regionale di sicurezza delle spiagge. Infine resta in vigore durante tutto l’anno il divieto di campeggiare con tende, roulotte e camper sulle spiagge con acque riservate alla balneazione, con l’eccezione delle aree appositamente autorizzate.

E’ stata affrontata anche la problematica delle regole anti covid, che resteranno simili a quelle degli ultimi due anni. In pratica, l’ordinanza prevedrà uno spazio minimo di circa 10,5 metri quadrati per ombrellone, con la conferma anche dei protocolli di igienizzazione.

Proprio il periodo di pandemia avrà portato una serie di riflessioni e determinato una serie di aiuti per un settore che guarda alla prossima estate con grande aspettativa.  Circa un terzo dei balneatori della costa molisana ha già deciso che aprirà il 1 maggio, ma ad oggi non è emersa nessuna programmazione e nessuna campagna di valorizzazione del Turismo in Molise.