di Pietro Tonti

Dal 15 al 18 febbraio si è tenuta la XV^ Edizione di ArteGenova 2019, presso il Padiglione Blu della Fiera di Genova, portando nuovamente sotto i riflettori capolavori dell’Arte Moderna e tendenze avanguardiste dell’Arte Contemporanea.

La celebre e nota artista molisana Giulia Di Filippi con le sue sculture, moderne e originali scarpe con tacco a spillo e borsa, opere di grandi dimensioni che catturano lo sguardo e restano impresse nella memoria, si è rivelata la novità assoluta di Arte Genova 2019.

Migliaia di scatti fotografici, alle sue opere, da parte dei visitatori; lo stand delle Gallerie “Group Petit Prince” che ha ospitato le sculture di Giulia Di Filippi è stato il più visitato in assoluto e condiviso sui social, come confermato dal presidente del NEF Nicola Rossi, spiccando tra i grandi artisti di fama mondiale, gli appassionati dell’arte moderna hanno avuto il piacere di ammirare la seducente maestosità delle “Scarpe di Giulia”. Anche Repubblica.it ha pubblicato un reportage con ben due foto delle scarpe e la borsa di Giulia.

Per invitare i nostri lettori a comprendere l’importanza di Arte Genova, va sottolineato che negli ultimi anni la fiera mercato è cresciuta costantemente fino ad affermarsi come una delle manifestazioni di riferimento per il l’Italia, mentre l’edizione di quest’anno si è rivelata ancor più ricca delle precedenti.

Arte Genova è una Mostra Mercato d’Arte Contemporanea che ogni anno presenta le opere delle più rinomate gallerie italiane. L’evento, organizzato da NEF, espone opere di arte italiana e straniera che spaziano dall’Espressionismo, alla Pop-Art passando per il Cubismo e l’Astrattismo.

L’ edizione di quest’anno ha surclassato di presenze quella del 2018 che aveva registrato 18.000 persone tra esperti del settore, collezionisti, appassionati e semplici curiosi, a conferma della doppia vocazione di ArteGenova: da un lato appuntamento irrinunciabile per chi vuole investire nell’arte, dall’altro grande manifestazione di pubblico che ogni anno contribuisce ad avvicinare migliaia di visitatori ai “grandi” dell’Arte Moderna e Contemporanea.

Altissimo il livello degli espositori che hanno proposto ai visitatori una selezione raffinatissima di opere dai primi del Novecento fino ai giorni nostri. Con la novità delle scarpe di Giulia, si sono ammirate opere uniche riunite tutte insieme per l’occasione, alcune dall’inestimabile valore storico-artistico a partire da Giorgio De Chirico, Giacomo Balla, Lucio Fontana, Michelangelo Pistoletto, Alberto Burri, Carlo Carrà, Agostino Bonalumi, Enrico Castellani, Paolo Scheggi, Mario Sironi, Giorgio Morandi, Mario Schifano, Arnaldo Pomodoro, Alighiero Boetti, Paul Jenkins, fino ad arrivare a Christo, solo per citarne alcuni.

Tra gli eventi da segnalare anche il focus sulla Pop Art di Andy Warhol proposto dalla Galleria E.F. Arte di Milano. In mostra anche i celebri manifesti strappati di Mimmo Rotella, maestro del décollage.

Insomma, Giulia Di Filippi, nel suo ritorno in Molise ha portato con se una ineguagliabile soddisfazione, l’affermazione nel panorama mondiale dell’arte contemporanea, rappresenta per la nostra eroina, un viatico finalizzato al proseguo di nuove ed entusiasmanti esperienze.

Da Destra il patron delle Gallerie Petit Prince Aldo Caner, Giulia Di Filippi e Pietro Tonti

 

Le scarpe di Giulia ad Arte Genova 2019