Pubblicato il bando da 1,5 miliardi di euro del PNRR.

di Gildo Palombo
Il caro energia sta portando i costi alle stelle anche e soprattutto per le imprese agricole, che rischiano una forte crisi e la relativa chiusura. In Molise, la situazione non è diversa e si corre ai ripari con misure che prevedono l’installazione di fotovoltaico sui tetti agricoli, per ridurre i consumi del settore agroalimentare riqualificando le strutture produttive e utilizzando i tetti degli edifici. Ecco allora che scatta il bando per l’installazione dei pannelli fotovoltaici sui tetti dei fabbricati agricoli, dove si intende selezionare e finanziare progetti che prevedono l’acquisto e la posa in opera di pannelli sui tetti di fabbricati strumentali all’attività agricola, compresi quelli delle imprese agrituristiche.
L’intervento, per cui si richiede il contributo, può inoltre prevedere la rimozione e lo smaltimento dell’amianto, l’isolamento termico dei tetti, la realizzazione di un sistema di aerazione, connesso alla sostituzione del tetto, mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell’aria.
Le risorse disponibili ammontano a 1,5 miliardi di euro provenienti dall’Investimento ‘Parco Agrisolare’ compreso nella Componente ‘Economia circolare e agricoltura sostenibile’, Missione ‘Rivoluzione verde e transizione ecologica’ del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il 40% di queste verrà ripartito alle regioni del Sud, ed in particolare alla regione Molise.
Le tabelle allegate al decreto spiegano che, ove richiesto dal beneficiario, potranno essere altresì finanziati interventi collaterali tesi all’efficientamento energetico degli edifici.
Come stabilito dal PNRR, per la misura sono disponibili 1,5 miliardi di euro. La spesa massima ammissibile per singolo progetto è pari a 750mila euro, nel limite massimo di 1 milione di euro per soggetto beneficiario. I contributi saranno concessi, fino ad esaurimento, sulla base di tale avviso che scadrà il 27 ottobre alle ore 12.