Buone notizie arrivano da Roma per quel che concerne il Fondo per la Non Autosufficienza. Di questi giorni è la notizia che il Governo ha pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 31 del 6 febbraio 2021, il D.P.C.M. 21 dicembre 2020 in cui è inserito il riparto del Fondo per le non autosufficienze per l’anno 2020.

“Una tematica a me cara – ha dichiarato in merito il Vice Presidente del Consiglio, Filomena Calenda –, oggetto di una mozione presentata lo scorso mese di novembre, quando le notizie erano ancora molto frammentarie, in cui si impegnava il Presidente della Giunta Regionale a farsi portavoce nella Conferenza Stato-Regioni dell’esigenza di iscrivere in tempi rapidi la proposta di decreto di riparto della quota aggiuntiva Fna 2020. Considerato l’evolversi positivo della vicenda ho deciso di ritirare la mozione, nella speranza che la somma prevista per il Molise venga elargita il prima possibile”.

Il Fondo per la non autosufficienza è stato istituito per dare copertura ai costi di rilevanza sociale dell’assistenza socio-sanitaria rivolta al sostegno di persone con disabilità gravissima e ad anziani non autosufficienti e favorirne la permanenza presso il proprio domicilio, evitando il rischio di istituzionalizzazione. Nel periodo emergenziale da COVID-19, nell’ottica di rafforzare i servizi e i progetti di supporto alla domiciliarità per le persone disabili e non autosufficienti, e per il sostegno di coloro che se ne prendono cura, il governo ha incrementato il Fondo di 90 milioni di euro, finalizzando 20 milioni alla realizzazione di progetti per la vita indipendente.

“Gli ulteriori finanziamenti stanziati – ha dichiarato in merito Calenda – potranno essere utilizzati per dare sostegno a numerose famiglie al cui interno c’è un soggetto con disabilità grave e che in questo momento difficile hanno subito più di altre le drammatiche conseguenze legate all’emergenza sanitaria”.