Home In Evidenza Amadori: Occorre un piano industriale efficace per affrontare i prossimi passi e...

Amadori: Occorre un piano industriale efficace per affrontare i prossimi passi e le sfide necessarie al rilancio della filiera avicola molisana

220

Nota stampa di Amadori relativa all’incontro di ieri, al Mise, a cui hanno partecipato tutte le parti coinvolte nel rilancio della filiera avicola molisana.

A seguito dell’incontro tenutosi ieri presso il Ministero dello Sviluppo Economico, Amadori intende esprimere la propria soddisfazione in merito al clima collaborativo riscontrato tra tutte le parti presenti e coinvolte nel rilancio della filiera avicola molisana. Nel corso della riunione Amadori ha illustrato i risultati delle verifiche svolte sugli impianti nelle scorse settimane e ha indicato le linee guida del programma di ripresa dell’attività della filiera.

In particolare, l’azienda ha sottolineato la necessità di effettuare una serie di significativi investimenti su tutti gli impianti oggetto dell’accordo, indispensabili anche per garantire la sicurezza dei lavoratori e il rispetto delle normative ambientali.

L’azienda potrà cominciare i lavori di ristrutturazione dopo la formalizzazione dell’acquisto, entro i termini previsti dal bando, e dopo il raggiungimento dell’accordo con le parti sociali e le istituzioni, con l’obiettivo di riavviare l’attività nel più breve tempo possibile.

La Regione Molise e il Mise hanno dichiarato disponibilità a prendere in esame il piano industriale della società ai fini dello stanziamento dei necessari contributi pubblici. A tal fine, si terrà una riunione specifica presso il Mise il 21 dicembre prossimo. Negli ultimi mesi Amadori ha continuato a tenere aperto un dialogo con tutte le parti sociali, contribuendo, con il proprio impegno, alla concessione della cassa integrazione per tutti i lavoratori della filiera fino a novembre 2017.

L’azienda intende proseguire questo percorso di dialogo e collaborazione con tutti gli interlocutori anche nei prossimi mesi, per cominciare a mettere in atto un piano industriale efficace e affrontare i prossimi passi e le sfide necessarie al rilancio di questa importante filiera del territorio. Un ulteriore incontro per il proseguo della trattativa sindacale è fissato per il 10 gennaio prossimo.